COLOMBIA

Sud America

Colombia - Bogotà
Colombia - Bogotà
Colombia - Popayan
Colombia - Silvia
Colombia - San Agustin
Colombia - Cartagena
Colombia - Cartagena
Colombia - Filandia
Colombia - Salento
Colombia - Hacienda Finca del Cafè

Invito alla Colombia e Aroma del Caffè

Locandina PDF

Questo tour in Colombia vi farà conoscere ciò che caratterizza questo paese ovvero la diversità naturale ma anche le sue risorse multiculturale e multirazziale. E’ il risultato di molteplici unioni di culture e tradizioni formatosi al momento della conquista degli spagnoli, e grazie a questo emergono con passare del tempo, in tutto il territorio, molteplici dialetti, tradizioni e molte forme di gastronomia locale. Si inizia il viaggio con Bogotà, una città di contrasti, che unisce, da una parte il patrimonio culturale lascito dall’epoca della conquista e dall’altra parte la modernità di una città frenetica proiettata verso il futuro. Questo viaggio prosegue verso Popayan e toccherà altri luoghi magici e spirituali, si avrà l'opportunità di osservare i vari patrimoni dell'Unesco che il paese accoglie e si arriva fino a Cartagena, un paese di una ricchezza culturale e di tradizioni, posizionata sul mare dei caraibi. Si avrà l'opportunità, inoltre, di fare anche delle degustazioni di caffè colombiano nella magnifica Pereira. Prenota questo Viaggio in Colombia con Sudamerican Explorer, il tour operator specializzato in viaggi in Colombia con sede in Italia.

Tipologia

Viaggio di gruppo a date fisse

Durata

11 giorni - 9 notti

IMPORTANTE

Escursioni con guida parlante Italiano

Gruppo

Minimo 2 persone

Partenze

04 Maggio - 08 Giugno - 06 Luglio - 10 Agosto - 07 Settembre - 05 Ottobre - 16 Novembre - 07 Dicembre 2019

Sistemazione

Bogotà: Hotel Casa Deco o similare
Popayan: Hotel la Plazuela o similare
San Agustin: Hacienda Akawanka o similare
Cartagena: Hotel Don Pedro de Heredia o similare
Pereira: Hotel Hacienda Castilla o similare

Trattamento

Prima colazione in tutti gli alberghi

Trasporti

In base al numero dei partecipanti

Voli

Di linea in classe economica da Milano, Roma e da tutti i maggiori aeroporti italiani

1° GIORNO: Partenza dall'Italia - Arrivo a Bogotà

Partenza dall’Italia con volo di linea per Bogotá, con scalo. Pasti a bordo. Arrivo in aeroporto ed incontro con il nostro personale per il trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento.

2° GIORNO: Bogotà

Prima colazione in hotel. Visita a piedi con la guida nel centro storico della città, conosciuto con il nome della “Candelaria”, riunisce un insieme di antichi quartieri che raccolgono un importante patrimonio architettonico, la rinomata Plaza Bolivar al centro della quale si trova la statua di Simon Bolivar il “Libertador”, La Capilla del Sagrario, il Capitolio, tra altri. La visita prosegue per Il Palazzo di Giustizia e la sede dell’Alcaldia Mayor o Edificio Lievano. In seguito, visita del Museo Botero e il “Museo dell’Oro” il quale raccoglie circa 34.000 pezzi di oggetti in oro, considerata la collezione più importante del mondo nel suo genere. Rientro in hotel. Pomeriggio a disposizione per attività individuali.

Bogotà
Bacatá, centro della tribù Chibcha la quale si trovava in questo territorio prima che arrivassero i conquistatori. Lo spagnolo Gonzalo Jiménez de Quesada, fondò la città il 6 agosto del 1538. In questa nuova città, denominata dagli spagnoli “Bogotá”, si stabilì il Vicereame della “Nuova Granada” fondata nel 1717. Nel 1819, Simon Bolívar liberalizza paese dal dominio spagnolo e la chiamò la capitale di “La Gran Colombia” del territorio della Colombia, Ecuador, Panama e Venezuela. E 'stata anche la capitale della Nuova Granada (oggi Colombia), dopo essersi sciolta “ La Gran Colombia” nel 1830. La città è cresciuta lentamente perché i “bogotanos” o "cachacos", hanno voluto preservare la loro antica cultura e tradizioni, e nello stesso tempo le chiese, i conventi e tutte le strutture costruite dagli spagnoli nell’epoca del colonialismo. Bogotá è stata chiamata da molto tempo l’ateneo del Sudamerica, i bogotesi sono fieri e orgogliosi del fatto che parlino la migliore e più pura lingua castigliana del Nuovo Mondo. Bogotá si espanse rapidamente dopo il 1940 a causa della migrazione della popolazione rurale che è venuto in città in cerca di migliori opportunità economiche.

3° GIORNO: Bogotà - Popayan

Prima colazione in hotel. In tempo utile, trasferimento in aeroporto per prendere il volo in partenza per Popayan. Arrivo all’aeroporto e trasferimento in hotel. Dopo visita del centro storico della città (durata mezza giornata). Si visiterà il “Parco Caldas”, creato nel 1537 (insieme alla citta) al suo intorno è state erette le principali costruzioni religiose, edifici istituzionali e la “Torre del Reloj”; la quale fu costruita tra il 1673 e il1682, l’orologio è di fabbricazione inglese e fu posto nel 1737, divenne il simbolo della città. Proseguimento per il “Puente de Humilladero”, costruito nel 1873 per facilitare l’acceso tra il centro della città e “El Callejón” chiamato anche quartiere Bolivar. In seguito visita del “Morro di Tulcán”, il principale sito archeologico di Popayan, consiste in una piramide risalente all’epoca precolombiana. Poi visita della chiesa di “Santo Domingo”, interamente in stile barocco, disegnata dall’architetto spagnolo Antonio García, per ordine della famiglia Arboleda, la chiesa di San Francisco in stile barocco, è considerata la più’ bella della città, il “Panteòn de los Próceres” che custodisce le spoglie dei figli illustri di Popayan, tra cui Tomás Cipriano de Mosquera e il botanico Francisco Josè de Caldas. Infine visita del Museo de Arte Religioso, che raccoglie una bella collezione d’arte sacra e la Casa Museo Mosquera, una dimora del settecento di appartenenza del generale Tomás Cipriano de Mosquera, storico e politico che fu quattro volte presidente della Colombia. Rientro in hotel. Pernottamento.

4° GIORNO: Popayan - Silvia - San Agustin

Prima colazione in hotel. Nella mattinata, visita del piccolo villaggio di Silvia, situato in una zona montuosa circondata da vaste piantagioni di canna da zucchero. Una comunità indigena chiamata Guambiano, composta di 12.000 persone che vivono in un piccolo villaggio nei pressi della montagna. Ogni martedì, il villaggio di Silvia si trasforma in un vivace e pittoresco mercatino, dove i Guambiano scendono dalla montagna indossando le loro veste tradizionali chiamate ”anacos”, per vendere della frutta, verdura e articoli di artigianato locale. Rientro a San Agustin (circa 6 ore di percorso), arrivo in hotel e pernottamento.

5° GIORNO: San Agustin

Prima colazione in hotel. Si parte verso il Parco Archeologico di “San Agustín”, dichiarato patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1995. Si osserveranno le enormi statue di pietra, fatte da una civilizzazione della quale ancora oggi non si sa molto della loro esistenza. Si andrà a vedere “Fuente de Lavapatas” e il Museo Archeologico. Dopo il pranzo, visita del meraviglioso Massiccio Colombiano ed in particolare lo Stretto del fiume Magadalena, una spettacolare gola rocciosa che obbliga il fiume “Patria” a passare in soli 2,20 metri. Rientro a “San Agustín”, breve visita del paese. Arrivo in hotel e pernottamento.

Parco Archeologico San Agustin
Sono in esposizione vari oggetti archeologici tra cui cinque statue a grandezza naturale, che fino al 2003 erano nel parco Simón Bolívar, recipienti di ceramica, gioielli, collane, tracce di mais e fagioli, legno sarcofagi, frecce, pistole ad aria compressa, tamburi, flauti, coperte e altri elementi rappresentativi della vita quotidiana di alcune comunità indigene dell'Amazzonia colombiana. Nella foresta delle statue, la quale confina con la casa del museo, ci sono trentacinque sculture di medie dimensioni, messi lungo a un percorso tortuoso, immerso nella rigogliosa vegetazione di alberi centenari. Nell’altopiano A, Agostino Codazzi, nel 1857, descrisse che di fronte ad ogni tumulo si trova un tempio megalitico e nel centro la divinità principale ornata da una corona di piume e maschera felina, nelle mani una chiocciola contenendo della coca da masticare, con il membro virile legato a una corda intorno alla vita, che termina in un nodo artistico appoggiato sulla gamba destra. L’altopiano B, si trova a nord-ovest dell’altopiano A, verso est si possono osservare tre cumuli, dove si trovano delle tombe, secondo l'archeologo Luis Duque Gómez, questa zona era rivolta a personaggi di alto livello, per la cura di come sono state costruite oltre alla grandezza diversa dalle altre, una delle quali si può osservare la figura di sant'Agostino chiamato "El Obispo”.All’ingresso dell’altopiano C, si può vedere una figura femminile con un viso triangolare, quest’opera è nominata nella “Meraviglia della natura di San Fray Luis de Santa Gertrudis”, un personaggio con una corona di piume, e un altro con il volto aggressivo da un lato e normale nell'altro. Nella fonte cerimoniale Lavapatas, interessante osservare le incisioni di senso profondamente artistico e religioso, ha trentaquattro figure in rilievo, numerosi canali e tre piscine messe in armonia con il suono maestoso d'acqua che collega i concetti di vita e di morte. L’altopiano D si trova stessa zona in cui si trova la casa del museo, circondata d’innumerevoli sculture che rappresentano la fase iniziale dello sviluppo della cultura agostiniana, la quale si può riconoscere per l’articolata elaborazione dei disegni. L’alto “Lavapatas” si trova su una collina a 1.750 metri dal livello del mare, composta di sette sculture, le quali sono l'attrazione archeologica di questo luogo, oltre lo splendore del paesaggio naturale che può ammirare dalla sua straordinaria posizione.

6° GIORNO: San Agustin - Neiva - Bogotà - Cartagena

Prima colazione in hotel. Trasferimento all’aeroporto di Neiva per prendere il volo in partenza a Cartagena (via Bogotá). All’arrivo trasferimento in hotel. Pernottamento.

Cartagena de Indias
Cartagena de Indias, è una città che dalla sua nascita e fino ad oggi, ha fortemente influenzato gli eventi in Colombia. In epoca pre-colombiana, li abitavano gli indios guerrieri dei caraibi, che impedivano fortemente gli sbarchi sulle loro coste dai colonizzatori. Il 1° giugno del 1533, Don Pedro de Heredia fondò la città con il nome di "Cartagena de Poniente" per distinguerla dalla "Cartagena de Levante" in Spagna, entrambe si trovano in baie molte simili. La nascente popolazione sarebbe stata fonte d’interesse e dall’avidità degli inglesi e dei francesi, tanto che la popolazione per difendere il territorio, diede la massima priorità, le costruzioni fortezze. Nel tempo ne furono costruite diverse fortificazioni che circondano la città secondo le esigenze e l'evoluzione dell'arte militare nei secoli XVII e XVIII. La rinascita di Cartagena de Indias come una città decisiva nello sviluppo della Colombia, è data con la ripresa della sua economia, quando la sua storia e le leggende che si raccontano, sono solo ricordi di un passato glorioso pieno di speranze e sogni per il futuro.

7° GIORNO: Cartagena

Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita della città con il Castello di San Felipe di Barajas, la città vecchia con il Convento di San Pedro Claver e il centro artigianale di “Las Bovedas”. Pranzo libero. Pomeriggio a disposizione per relax o visite di interesse personale. Cena libera e pernottamento.

8° GIORNO: Cartagena

Prima colazione in hotel. Giornata a disposizione per attività individuali. Pernottamento.

9° GIORNO: Cartagena - Pereira

Prima colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto per prendere il volo in partenza per Pereira.
Trasferimento in auto privata (30 minuti circa) con guida bilingue dall’aeroporto all’hotel. Sistemazione nella camera riservata. Cena libera e pernottamento.

10° GIORNO: Pereira - Valle del Cocora - Salento e Filandia

Prima colazione. Giornata dedicata alla visita della Valle del Cocora nel Parco naziona-le Los Nevados conosciuto per la ricchezza del suo ecosistema. In mattinata partenza per la Valle di Cocora, situata tra le montagne della regione di Quindio che fa parte del Parco Nazionale Nevados ed è un luogo ideale per ammirare il "palmo della cera Quindio" (Ceroxylon quincense) - albero nazionale della Colombia. Quest’albero può raggiungere un'altezza di 60 metri. In questa zona vivono un gran numero di specie di uccelli tra cui colibrì ed il pappagallo giallo oltre ad esemplari in pericolo di estinzione. Arrivo alla sommità della Valle ricoperta dalla foresta per poterne apprezzare la biodi-versità. Possibilità di salita a cavallo su richiesta e con supplemento. Durante il viaggio di ritorno si attraversa il fiume Quindio; il percorso ecologico conduce agli altissimi al-beri di cera di palma che i nativi del luogo ne fanno un simbolo di venerazione. Sosta ad un allevamento di trote e pranzo tipico. Tempo a disposizione. Nel pomeriggio, proseguimento verso la tradizionale città di Salento. Visita della Plaza de Bolivar con i suoi balconi colorati, la Calle Real, negozi di artigianato. Al termine trasferimento al villaggio tradizionale di Filandia; visita del paese con le sue tipiche case coloniali, la Plaza de Bolivar e le botteghe caffè. Tempo a disposizione per acquisti di prodotti lo-cali come caffè e liquori e per gustare un buon caffè. Al termine rientro a Pereira. Tempo a disposizione e pernottamento.

11° GIORNO: Pereira - Hacienda Finca del Cafè

Prima colazione. Visita di mezza presso “Finca del Café”, il luogo dove il caffè esprime il suo miglior aroma perché l’esperienza avviene alla fattoria. Una volta arrivati alla fattoria, il tour inizia in compagnia di un esperto che, attraverso le piantagioni Special Coffee, insegnerà ai visitatori come il processo inizia fin dalla semina, prosegue con la raccolta manuale selettiva per giungere alla “spappolatura”. Dopo questo i chicchi di caffè vengono tostati sulla stufa a legna nella tipica cucina della casa contadina della fattoria, dove si potrà vivere l'autentica esperienza della lavorazione del caffè. La visi-ta offre la possibilità di ammirare il favoloso paesaggio sulle piantagioni e l’ambiente circostante grazie a punti di osservazione particolare. Si conclude infine con l'innovativo processo di essiccazione del chicco di caffè e quindi alla degustazione che include tre assaggi di caffè appena tostato coltivate nella Finca del Café.
Al termine, rientro in hotel. Pranzo libero. Pomeriggio a disposizione. Pernottamento.

12° GIORNO: Pereira - Bogotà - Italia

Trasferimento in aeroporto e volo per Bogotà coincidenza con volo per l’Italia.

13° GIORNO: Arrivo in Italia

Arrivo in Italia e Fine dei servizi

QUOTE PER PERSONA IN EURO

PartenzaIn Camera DoppiaSuppl. Singola
04/05/193.870465
08/06/193.870465
06/07/193.870465
10/08/193.870465
07/09/193.870465
05/10/193.870465
16/11/193.870465
07/12/193.870465
Quota d'iscrizione: € 75
Tasse aeroportuali: € 390
Assicurazione vedi tabella

La quota include:
• trasporto aereo con voli di linea in classe economica
Per partenze da altri aeroporti italiani il supplemento sarà da quantificare in base alla compagnia aerea utilizzata. Al momento della prenotazione verificate che il nome comunicato corrisponda esattamente a quello riportato sul passaporto. Eventuali spese di riemissione a causa di nomi comunicati errati saranno a carico del cliente. A tale proposito consigliamo di trasmettere via fax o e-mail la copia del passaporto.
• Tutti i trasferimenti in arrivo o in partenza da ogni località.
• Escursioni con guida parlante italiano
• Servizi condivisi con clienti italiani
• Tutti gli ingressi ai siti menzionati
• Sistemazione in alberghi indicati o similari
• Pasti come specificate nel programma.
• Voli interni

La quota non include:
• Quota d’iscrizione
• Tasse aeroportuali indicative. Il totale delle tasse aeroportuali sarà riconfermato in fase di emissione dei biglietti aerei.
• Assicurazione annullamento, medico, bagaglio e ritardo volo: consultare tabella.
• Bevande, mance ed extra in genere
• Tutto quello non espressamente indicato nella proposta di viaggio.
Colombia|5
Colombia
Itinerario in versione PDF (970 Kb)
Aggiornamento: 01/04/19 12:05